D. (L'iniziale del mio nome)

Desideria Mini



“Pro Choice, Pro Science”

Io parlo al Consiglio Generale ALC, Roma, 12 giugno 2018 Fine vita: Io parlo al telefono a Radio Radicale al gazebo, piazza Cesare Beccaria a Firenze, 21 aprile 2018


Pagina Facebook Profilo Twitter Profilo Instagram Canale YouTube

2018 © Desideria Mini

Pagina Facebook Profilo Twitter Profilo Instagram Canale YouTube Contatti

Cookie policy

Sitemap del sito

Documenti vari di cui sono stata artefice

●  All'Assemblea Nazionale di +Europa del 30 Aprile e del 1 Maggio 2022 è stato accolto l'Ordine del Giorno  "Riforma della legislazione in materia di Procreazione Medicalmente Assistita", documento del quale sono stata artefice insieme al mio amico Giuseppe Valenti, Dottore e ginecologo di grande esperienza nel settore della PMA.

●  Al secondo Congresso nazionale di +Europa, tenuto a Roma il 16, 17 e 18 luglio 2021, in cui ho partecipato come delegata eletta della lista Più Europa Futura, guidata da Riccardo Magi, sono stata la prima firmataria della "Mozione particolare "Per Una Scienza libara" second edition", la mozione particolare che ha raggiunto il più alto numero di firme. Ho esposto tale mozione nell'Assemblea Nazionale di +Europa del 17 ottobre 2021 (posizione video 5:07:43). In tale occasione, dopo un breve dibattito, ho accettato che la mozione fosse accolta come raccomandazione, come propostomi dal Segretario Benedetto Della Vedova.

●  Nel giugno 2021 ho partecipato come delegata di +Europa al Congresso online dell'ALDE Party portandovi due risoluzioni: una favorevole al genome editing in agricoltura nell'Unione Eiropea, "Innovation in sustainable agriculture: European Union needs CRISPR" elaborata soprattutto dagli scienziati Vittoria Brambilla e Roberto Defez e dall'agricoltore Deborah Piovan, e una sulla biomedicina di mia ideazione "Freedom of bio-medicine research and its safe applications" favorevole al finanziamento europeo della clonazione terapeutica e della ricerca di base sulla modifica genetica della linea germinale umana e all'utilizzo in clinica delle tecniche di sostituzione mitocondriale per scopi preventivi. Purtroppo la seconda risoluzione ne è uscita un po' indebolita da un emendamento dei LibDem del Regno Unito che paventa solo conseguenze negative del genome editing per malati e disabili. Nel giugno del 2022 ho partecipato online come delegata di +Europa al Congresso dell'ALDE di Dublino portandovi la risoluzione "Facing the impending food crisis allowing European farmers to adopt biotechnological crops" elaborata soprattutto nuovamente da Vittoria Brambilla, Roberto Defez e Deborah Piovan e questa volta anche dallo scienziato Eddo Rugini. Altresì per il Congresso del 2022 ho suggeito l'idea di una risoluzione sulla politica di difesa e sicurezza dell'Unione Europea e su possibili forze armate europee, ho partecipato con altri della delegazione di +Europa alla stesura della bozza e provvisto a fonderla con quella analoga del partito tedesco Frei Demokratische Partei. La risoluzione risultante "Towards a real Common Security and Defence Policy, Europea Armed Forces and a Stroger global position of the European Union" è stata approvata dal Congresso.

●  Il 18 agosto 2020 ho risposto alla chiamata del Comitato Consultivo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità per lo sviluppo di standard globali per il governo e la sorveglianza del genome editing umano inviando un mio contributo scritto.

●  Quando il Comitato per i Diritti Economici, Sociali e Culturali delle Nazioni Unite (CESCR) si era incaricato di definire, insieme alle sue implicazioni, il "Diritto Umano alla Scienza" (previsto dall'articolo 15 della Convenzione Internazionale sui Diritti Economici, Sociali e Culturali) in un Commento Generale e ha chiamato tutti i portatori di interesse a inviare un proprio commento con idee che potessero essere utili per la stesura del documento definitivo da parte della CESCR, ho "doppiamente" partecipato a tale chiamata. Da una parte ho contributo al documento dell'Associazione Luca Coscioni e di Science for Democracy e precisamente nella parte riguardante la sperimentazione sugli animali senzienti non umani e nella parte dell'agricoltura connessa alla sicurezza alimentare e al benessere umano (tali parti in realtà mi sono state rimaneggiate) e dall'altra con un mio personale documento intitolato "Science and Right to Health" sulle nuove prospettive della biomedicina aperte dalle biotecnologie.

●  All'Assemblea Nazionale di +Europa del 16 novembre 2019 il mio vasto Ordine del Giorno "Programma per la Scienza" (qui in word) è stato accolto come raccomandazione dal Segretario Benedetto Della Vedova.

● Al primo Congresso nazionale di +Europa tenuto a Milano nei giorni 25, 26 e 27 gennaio 2019 sono stata la prima firmataria della Mozione particolare "Per una Scienza libera", la mozione particolare che ha raggiunto il più alto numero di firme. Io stessa ho poi illustrato all'Assemblea di +Europa tale mozione il 17 febbraio 2019 (posizione video 1:02:50).

●  Sulla questione di possibili interventi sulla linea germinale umana sono stata artefice e prima firmataria nel XIV Congresso Generale dell'ALC della Mozione particolare “Terapia linea germinale umana”, una mozione cauta ma dal sapore liberale e progressista passata a maggioranza dell'Assemblea degli iscritti, mentre nel XV Congresso Generale dell’ALC della “Nuova mozione particolare terapia linea germinale umana”, molto più articolata ed audace di quella dell’anno prima, convertita però nella Raccomandazione ''Terapia linea germinale umana'' dopo un breve ma severo confronto.

● Sul tema OGM sono stata artefice e prima firmataria nel XIV Congresso Generale dell'ALC  della mozione particolare “OGM”, una mozione ampia e dal sapore liberale e progressista, che poi ho accettato venisse convertita in Raccomandazione su richiesta di Marco Cappato, tesoriere dell'ALC mentre nel XV Congresso Generale dell’ALC della mozione particolare “Modificazione genetica per l'agricoltura dei paesi in via di sviluppo” che ho accettato venisse convertita in Raccomandazione su richiesta di Marco Perduca, ex membro di Giunta dell’ALC.